lunedì 12 novembre 2012

Giudizio Universale - don Bruno Ferrero

Dopo una vita semplice e serena, una donna morì e si trovò subito a far parte di una lunga e ordinatissima processione di persone che avanzavano lentamente verso il Giudice Supremo. 
Man mano che si avvicinava alla mèta, udiva sempre più distintamente le parole del Signore.

Udì così che il Signore diceva ad uno: 

" Tu mi hai soccorso quando ero ferito sull'autostrada e mi hai portato all'ospedale, entra nel mio Paradiso ". 
Poi ad un altro: 
" Tu hai fatto un prestito senza interessi ad una vedova, vieni a ricevere il premio eterno ". 
E ancora: 
" Tu hai fatto gratuitamente operazioni chirurgiche molto difficili, aiutandomi a ridare la speranza a molti, entra nel mio Regno ". 

E così via.
La povera donna venne presa dallo sgomento perché, per quanto si sforzasse, non ricordava di aver fatto in vita sua niente di eccezionale. 
Cercò di lasciare la fila per avere il tempo di pensare, ma non le fù assolutamente possibile: un angelo sorridente ma deciso non le permise di abbandonare la lunga coda.
Col cuore che le batteva forte, e tanto timore, arrivò davanti al Signore. Subito si sentì avvolta dal suo sorriso.

"Tu hai stirato tutte le mie camicie... Entra nella mia felicità".

A volte è così difficile immaginare quanto sia straordinario l'ordinario.



(don Bruno Ferrero)
 Fonte: C'è Qualcuno Lassù? di don Bruno Ferrero








Verrà la luna
è già apparsa
un po'!
Ma eccola sospesa
piena nell'aria.
Deve essere Dio
che con un meraviglioso
cucchiaio d'argento
Rimesta la zuppa di pesce stellare.

(Vladimir Vladimirovič Majakovskij)


Ma ti sbagli se pensi che le gioie della vita vengano soprattutto dai rapporti tra le persone.
Dio ha messo la felicità dappertutto e ovunque, in tutto ciò in cui possiamo fare esperienza. Abbiamo solo bisogno di cambiare il modo di guardare le cose.

 (Christopher McCandless, Into the Wild)



Buona giornata a tutti. :-)






Nessun commento: