giovedì 9 aprile 2015

Il Professore e il Barcaiolo - don Bruno Ferrero

Un giorno, uno dei più grandi professori dell'Università, candidato al Premio Nobel, famoso in tutto il mondo, giunse sulle rive di un lago. Chiese ad un barcaiolo di portarlo a fare una passeggiata sul lago con la sua barchetta. Il brav'uomo accettò. Quando furono lontani dalla riva, il professore cominciò ad interrogarlo :
"Sai la storia?"
rispose il barcaiolo :
"No."
disse il professore :
"Allora un quarto della tua vita è perduto."
chiese ancora il professore :
"Sai l'astronomia?"
rispose il barcaiolo:
"No."
disse il professore :
"Allora due quarti della tua vita sono perduti."
chiese ancora il professore:
"Sai la filosofia?"
stessa risposta del barcaiolo :
"No"
concluse il professore :
"Allora tre quarti della tua vita sono perduti."
All'improvviso prese ad infuriare una tremenda tempesta. La barchetta, in mezzo al lago, veniva sballottata come un guscio di noce. Gridando sopra il ruggito del vento, il barcaiolo si rivolse al professore: 
"Sa nuotare?"
rispose il professore :
"No."
concluse il barcaiolo :
"Allora tutta la sua vita è perduta "

Ci sono tante strade, di solito belle e seducenti, che portano alla morte. 
Una sola è la strada della vita. 
Quella di Dio. 
Non perdere mai di vista ciò che è veramente essenziale.

- Don Bruno Ferrero - 
da: "Il canto del grillo"





Nessuno: (Terence Hill) "La conosci la storia dell'uccellino? Mio nonno me la raccontava sempre... 
Jack Beauregard: (Henry Fonda) Diventare nonni era estremamente difficile ai miei tempi)
Nessuno: Allora, questo uccellino non sapeva ancora volare, durante l'inverno, in una notte fredda, ruzzola giù dal nido e finisce sul sentiero. Comincia a piangere: “Pio! Pio! Pio!”. Passa una vacca lo vede, pensa di scaldarlo e pietosa alza la coda ... splash,  una  margherita bella e fumante grossa così. L'uccellimo al caldo è tutto contento, tira fuori il capino e ricomincia: “Pio! Piio! Piiio!”. Più forte di prima. Un vecchio coyote lo sente, arriva di corsa, allunga una zampa, lo tira fuori dalla cacca, lo pulisce ben benino e poi... gnam! Se lo ingoia in un solo boccone... 

Il nonno diceva che morale c'è , ma che bisogna trovarsela da soli.
Non sempre chi ti mette nella merda, lo fa perché ti vuole male. E non sempre chi ti tira fuori, lo fa perché ti vuole bene... Ma soprattutto, quando sei nella merda sta' zitto!"


(dal mitico film Il Mio Nome È Nessuno)




Prendi 100 persone e posso garantirti che almeno 90 interpretano un ruolo ben preciso: la pecora bianca o la pecora nera. 
Le pecore bianche cercano di adattarsi alla massa, salgono sul carro dei vincitori ed evitano di esporsi. Le pecore nere invece sono gli alternativi, vogliono e devono sentirsi diversi dagli altri, generalmente amano la polemica e sono dei bastian contrari. 
Entrambi questi gruppi temono il giudizio degli altri: le pecore bianche temono di essere considerate diverse; le pecore nere temono di non essere considerate mai abbastanza diverse. In realtà sono due facce di una stessa medaglia. 
C’è però una minoranza di persone che ha deciso di non interpretare nessun ruolo, ha deciso semplicemente di intraprendere la via dell’autenticità e fregarsene di cosa pensano gli altri. 


"Un giorno studieranno questo periodo storico e lo chiameranno 'AHAHAHAHAHAHAHA'."



Buona giornata a tutti. :-)




Nessun commento: