lunedì 13 gennaio 2020

Il gioco degli dei - Paulo Coelho


Gli dei lanciano i dadi, ma non domandano se vogliamo partecipare al gioco. 
Non vogliono sapere se hai lasciato un uomo, una casa, un lavoro, una carriera, un sogno. 
Gli dei non badano al fatto che tu vuoi avere una vita in cui ogni cosa sia al proprio posto, in cui ogni desiderio si possa esaudire con il lavoro e la perticacia. 
Gli dei non tengono conto dei nostri piani e delle nostre speranze. 
In qualche luogo dell'universo, loro lanciano i dadi e, casualmente, vieni scelto tu. 
Da quel momento in poi, vincere o perdere è solo questione di opportunità. 
Gli dei lanciano i dadi e liberano l'amore dalla sua gabbia. 
Questa forza può creare o distruggere, a seconda della direzione in cui soffiava il vento nel momento in cui si è liberata dalla prigione. 

L'amore può condurci all'inferno o in paradiso, comunque ci porta sempre in qualche luogo. 

É necessario accettarlo, perchè esso è ciò che alimenta la nostra esistenza. 
Se non lo accettiamo, moriremo di fame pur vedendo i rami dell'albero della vita carichi di frutti: non avremo il coraggio di tendere la mano e di coglierli. 
É necessario ricercare l'amore là dove si trova, anche se ciò potrebbe significare ore, giorni, settimane di delusione e di tristezza. 


Perchè nel momento in cui partiamo in cerca dell'amore, anche l'amore muove per venirci incontro. E ci salva. E nell'amore non esistono regole. 
Possiamo tentare di seguire dei manuali, di controllare il cuore, di avere una strategia di comportamento. 
Ma sono tutte cose insignificanti. Decide il cuore. 
E quando decide è ciò che conta.

- Paulo Coelho -


Non so esattamente cosa spinga due persone a legarsi.
Forse la sintonia, forse le risate, forse le parole.
Probabilmente l'incominciare a condividere qualcosa in più, a parlare un pò di sè, a scoprire pian piano quel che il cuore cela. Imparare a volersi bene.
O forse accade perchè doveva accadere.
Perchè le anime son destinate a trovarsi, prima o poi.


- Paulo Coelho -



Essere come il fiume che scorre
silenzioso nella notte,
senza temere le tenebre.
Se ci sono stelle nel cielo, rifletterle.
E se i cieli si riempiono di nubi,
così come il fiume, le nubi sono d'acqua;
riflettere anch'esse, senza timore,
nelle tranquille profondità.


- Paulo Coelho -



Ho trovato questa vignetta che ben rappresenta il cammino della nostra vita.
Partiamo con un obiettivo, sappiamo che ci saranno delle piccole difficoltà, 
ma con il lavoro e la buona volontà arriveremo diritti alla metà.
La vignetta sotto rappresenta la realtà della vita e .. allora... oltre al lavoro e alla buona volontà occorre una dose più o meno massiccia di preghiere.






Buona giornata a tutti. :-)



Nessun commento: