Visualizzazione post con etichetta Schmitt Emmanuel Eric. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Schmitt Emmanuel Eric. Mostra tutti i post

lunedì 15 aprile 2013

Così rimango in te . Angel Gonzàles


Così,
rimango in te,
passeggio a lungo per le tue braccia e le tue gambe,
salgo fino alla tua bocca, mi affaccio
all’orlo dei tuoi occhi,
ti giro intorno al collo,
ti scendo lungo la schiena,
cambio rotta per percorrere i tuoi fianchi,
ricomincio da capo,
riposo sul tuo costato,
guardo le nuvole che ti passano sulle labbra rosse,
saluto gli uccelli che ti attraversano la fronte,
e se chiudi gli occhi anch’io li chiudo
e dormo alla tua ombra come se fosse estate
per sempre,
amore,
pensando vagamente
al mondo inquietante
che si stende – impossibile – dietro il tuo sorriso.



(Angel Gonzàles)
Fonte: da  "Parola su parola"


Lei rise. E lui pensò che non c’era lavoro più importante, 
più gratificante, del riuscire a farla ridere ancora.

- Helen Simonson -

Painting: Nancy Eckels, Return to red

Spengimi gli occhi: ti vedrò lo stesso.
Riempimi gli orecchi: posso sentirti.
E senza piedi ti cammino ancora a fianco.
E senza bocca posso ancora scongiurarti.
Spezzami le braccia ti abbraccerò col cuore con una mano.
Strappami il cuore: e mi batterà il cervello.
E se spegni anche il fuoco nella mente
allora ti porterò nel sangue.

- Rainer Maria Rilke -




La Vita è uno strano regalo, all’inizio lo si sopravvaluta, si crede di aver ricevuto la vita eterna. Dopo lo si sottovaluta: lo si trova scadente, troppo corto, si sarebbe quasi pronti a gettarlo.
Infine ci si rende conto che non era un regalo era solo un prestito. 
Allora, si cerca di  meritarlo.

- Eric Emmanuel Schmitt - 












Buona giornata a tutti. :-)