giovedì 5 luglio 2018

Se pace non è solo silenzio delle armi - don Tonino Bello

«Se pace non è solo silenzio delle armi, essa non è neppure semplice raggiungimento della giustizia. 
Se a simbolizzare la pace non basta cioè un fucile spezzato, non è sufficiente neppure aggiungervi accanto una bilancia con i piattelli in equilibrio. 

No. La pace è comunione, la pace è condivisione. 
Non è l'isolamento di chi non manca di nulla, ma ha bisogno di tutto. 
Non è quiete lunare di tanti bunker allineati, al cui interno, sepolti vivi nelle agiatezze e nelle comodità, si aggirano uomini-larva incapaci di comunicare.

Pace è solidarietà col prossimo. 
E’ condividere col fratello gioie e dolori, progetti e speranze. 
E’ portare gli uni i pesi degli altri, con la tenerezza del dono. 
E’ attesa irresistibile di incontri festivi. 
E’ ansia di sabati senza tramonto, da vivere insieme sul cuore della terra. Magari, trafitti da un raggio di sole, come nei versi dei poeti. 
In attesa dell’ultima sera, che ci introduca nella domenica eterna, di cui la pace che sperimentiamo quaggiù è solo un pallidissimo segno.»

- don Tonino Bello - 







«Il Pane è stato fatto per mangiare Insieme e la Felicità scaturisce dalla Convivialità [...] 
Per quanto potete cercate di dare senza volontà di cattura. 
Per quanto potete cercate di dare senza calcolo. 
E soltanto quando avrete dato vi accorgerete di avere una vita ricchissima. 
La vita vuota non è quando si svuota dei vostri assegni o dei vostri beni, ma quando non si hanno ideali, ed è pesante. 
Perchè la vita non è come le valigie. 
Una valigia tanto più è piena tanto più è pesante, ma la vita quanto più è vuota tanto più è pesante. 
Io vi auguro che possa essere leggerissima la vostra vita, proprio perché sovraccarica anche di questa solidarietà che dà veramente sapore a tutti i vostri giorni.»

- don Tonino Bello -


Buona giornata a tutti. :-)






Posta un commento