lunedì 20 agosto 2012

Definitivo, come tutto ciò che è semplice - Carlos Drummond de Andrade

Definitivo, come tutto ciò che è semplice.

Il nostro dolore non deriva dalle cose vissute, ma dalle cose che sogniamo e che non si realizzano.

Perché soffriamo tanto per amore?

Sarebbe meglio che la gente non soffrisse, e ringraziasse anche solo per aver conosciuto una persona tanto buona, che generò in noi un sentimento intenso che ci ha accompagnato per un tempo ragionevole, un tempo felice.

Perché soffriamo ?

Per tutti i baci cancellati, per l’eternità.

Soffriamo, non perché il nostro lavoro è stressante e paga poco, ma per tutte le ore libere che non abbiamo avuto per andare al cinema, per conversare con un amico, per nuotare, per innamorarci.
Perché automaticamente dimentichiamo quello che abbiamo goduto e cominciamo a soffrire per i nostri progetti irrealizzati, per tutte le città che avremmo potuto conoscere a fianco del nostro amore, per tutti i figli che avremmo avuto piacere ad avere vicino, per tutti gli show, i libri e i silenzi che avremmo gradito condividere.

Soffriamo, non perché nostra madre è impaziente con noi, ma per tutti i momenti in cui le avremmo potuto confidarle nostre più profonde angosce e fosse interessata a comprenderci.

Soffriamo, non perché la nostra squadra ha perso, ma per l’ euforia soffocata.
Soffriamo non perché invecchiamo, ma perché il futuro è da noi confiscato, impedendo così che ci accadano mille avventure, tutte quelle con le quali sogniamo e mai tentiamo di sperimentare.

Come alleviare il dolore di ciò che non fu vissuto?

La risposta è semplice come un verso:

Avere meno illusioni e vivere di più!!!

Ogni giorno che vivo, mi convinco sempre più che lo spreco della vita è nell’amore che non diamo, nelle forze che non usiamo, nella prudenza egoista che non rischia mai, e che, schivando la sofferenza, fa perdere anche la felicità.

Il dolore è inevitabile.

La sofferenza è un accessorio extra.




(Carlos Drummond de Andrade)


L'uomo è nato libero, e dappertutto è in catene. 
[Jean Jacques Rousseau]





Le persone originali danno sempre fastidio alla società..

Non sono così facili da manipolare rimangono se stesse.. Cercheranno di vivere la propria vita non secondo uno schema ma secondo la loro visione..
Quella è intelligenza !!
-Osho-

Nessun commento: