giovedì 1 gennaio 2015

Signore, guarda a questo nostro tempo - Padre de la Tour du Pin

Signore, guarda a questo nostro tempo
e proteggi il tuo seme di umanità.
quando noi ricordiamo la tua nascita,
ci dicono: “Ma via, cristiani, un po' di ritegno!
Un po' di buon senso!
È da bambini cantare certe canzoni,
è da vigliacchi sognare il passato!”.
E si prepara per l'uomo uno statuto di morte,
si analizza il mondo, lo si condisce di parole vuote.
Si brandiscono le sentenze della corte suprema degli idoli,
quando il più piccolo dei cuori si appella all'amore.
Dovremmo fare silenzio
per essere sicuri di rimanere vicino a te?
A te, che ci porti ad essere come bambini,
ma ci invii con la testa più alta delle loro idee;
a te, che ti offri al fallimento dei calcoli
e denunci la trappola in cui il nostro tempo è caduto!
Esso ci crede fermi alla memoria del Natale,
e non vede la luce della Pasqua che ci fa camminare!
È la gloria di Dio che ci spinge,
il suo giorno, non ancora spuntato sull'universo!
Si provi il mondo a fare ciò che ha fatto Dio!
Riunisca ogni cosa come ha fatto il Cristo!
L'Eterno raccoglie tutti i tempi:
la vita eterna è arrivata.


- Padre de la Tour du Pin - 




Salve, anno nuovo, in cui la mia perfezione verrà rifinita. 
Ti ringrazio in anticipo, Signore, per tutto quello che mi manderà la Tua benevolenza. 
Ti ringrazio per il calice delle sofferenze, dal quale berrò ogni giorno. Non ridurre la sua amarezza, Signore, ma rafforza le mie labbra, affinché assaporando l'amarezza io sappia sorridere per amor Tuo, o mio Maestro. 
Ti ringrazio per tutte le consolazioni e le grazie che non sono in grado di enumerare, che ogni giorno scendono su di me silenziose ed invisibili, come la rugiada del mattino, in modo che nessun occhio di qualche creatura curiosa possa scorgerle, ma che conosciamo soltanto Tu e io, o Signore. Per tutto questo Ti ringrazio fin d'ora, poiché nel momento in cui mi porgerai il calice, forse il mio cuore non sarà in grado di ringraziarTi. 
Ecco che oggi con proposito d'amore mi sottometto completamente alla Tua santa volontà, o Signore, ed ai Tuoi giustissimi decreti, che per me sono sempre i più benevoli e pieni di Misericordia, benché talvolta non li comprenda e non riesca a penetrarli fin nel profondo. O mio Maestro, ecco affido a Te completamente il timone della mia anima, guidala Tu stesso secondo il Tuo divino compiacimento. Mi chiudo nel Tuo cuore compassionevole, che è un mare di insondabile Misericordia. 

Diario di Suor Faustina, 1 gennaio 1938



"Quali che siano gli eventi, ricordatevi di due cose: Dio non abbandona nessuno. Quanto più vi sentite solo, trascurato, vilipeso, incompreso, e quanto più vi sentirete presso a soccombere sotto il peso di una grave ingiustizia, avrete la sensazione di un'infinita forza arcana, che vi sorregge, che vi rende capaci di propositi buoni e virili, della cui possanza vi meraviglierete, quando tornerete sereno. E questa forza è Dio!"

- San  Giuseppe Moscati - 







Notte di Luce

Vorrei che questa fosse la mia notte trasformata in preghiera…
In questa notte della terra,
in questa notte del mondo,
sento il pianto perduto
e immenso di tutti gli uomini che soffrono,
aspettano e sperano;
in questa notte,
in questo silenzio voglio scrutare…
per scorgere sotto le ceneri la brace viva
che riaccende la fiamma.


- Padre Davide Maria Turoldo - 





Buon inizio anno a tutti e tutte.:-)











Nessun commento: