giovedì 11 giugno 2015

Calice - Alejandro Jodorowsky

Fu così che ti costruii, trasportando in carne i miei sogni
con lo splendore della luna donandoti una pelle d’argento
collocando un occhio vivo nelle tue mille mani che implorano
affinchè duplicata in quattro tu fossi il calice della mia tavola
e nelle tue innumerevoli labbra si tatuasse il nuovo credo.
La tua voce senza fine che entra nel mondo come un’ostia rossa
fino a paralizzare l’infinito specchio in un’eterna immagine.


- Alejandro Jodorowsky - 



L’infermità emozionale della nostra società è catastrofe ancora più grande della bomba atomica e le uniche terapie possibili sono creatività e bellezza.

- Alejandro Jodorowsky -






Perdonami per sentire
quello che non dici
in quello che dici. 

- Alejandro Jodorowsky - 






Buona giornata a tutti :-)







Nessun commento: