lunedì 21 novembre 2011

Meraviglioso è il tuo Nome: vieni! – Madre Anna Maria Cànopi

O divina Sapienza,
che scaturisci dalla bocca di Dio,
alla sorgente dell'eterno Amore
e inondi di luce l'universo,
o eterna Sapienza,
che vieni ad abitare in mezzo a noi
come Bambino inerme,
un senso di sacro timore ci invade
davanti al mistero di tanta umiltà.
Prendici alla tua scuola,
insegnaci l'alfabeto della santità,
il canto del vero amore,
per correre con cuore dilatato
fino alla meta del nostro cammino.
Amen.

O Adonai,
Signore del cielo e della terra,
Signore del tempo e della storia,
attento al grido del tuo popolo
oppresso sotto il giogo del peccato,
tu ancora ci parli da quel roveto ardente
che è il tuo Cuore bruciante d'amore
per noi, tue pecorelle smarrite          
tra scoscesi dirupi e in valli desolate.
O Adonai, tu sei anche l'altissimo Monte
da cui è proclamata la legge della vita:
donaci volontà risoluta di osservarla,
stendi il tuo braccio invincibile
a nostra difesa e protezione
dagli assalti dell'astuto nemico,
e portaci alla piena libertà di figli
pronti a confessare la fede in te,
nostro Signore e Salvatore
che eri, che sei e che sempre vieni.
Amen.

O santa radice di Iesse,
germoglio del ceppo di David
spuntato da vergine terra,
tu vieni a ridare vigore e bellezza
all'inaridito albero umano.
Con mite patire
tu accogli la grande potatura
per mano del divino Vignaiolo.
Davanti a te tacciano le nostre parole,
si abbassino le alture
della nostra presunzione,
poiché senza di te
noi  non siamo che rovi spinosi.
Vieni, Signore!
Fa  scendere per noi dal cielo
la tua rugiada luminosa:
la nostra vita fiorisca
in nuova stagione di santità e di pace,
e innalzi nuovi canti di amore ed esultanza.  
Amen!

O Cristo, chiave di David,
Figlio del Dio vivente,
tu sei colui che doveva venire,
che sei venuto
e che sempre attendiamo:
il Messia di stirpe regale
rivestito di umana povertà.
Tu sei la chiave del grande mistero
che dischiude più vasti orizzonti
di speranza e di luce:
vieni ad aprire le porte del carcere
in cui noi stessi ci siamo rinchiusi;
vieni a ricolmarci della tua grazia
per farci rinascere creature nuove,
liete di camminare sulle tue vie
portando  con noi la chiave del tuo «sì»,
che sola ci può aprire le porte del Regno.
Amen.

Gesù, Astro divino
 che brilli nei cieli eterni,
a te sempre si volge il nostro sguardo.
Le false luci non ci abbaglino
e non ci portino lontano dal retto cammino
verso sentieri di oscurità e di morte!
O luce gioiosa, sorgente di vita,
raccolta nel grembo immacolato di Maria,
vieni a illuminare le nostre notti,
affinché, anche nel dolore e nell'angoscia,
sempre vivida arda la fiamma della fede!
Amen.

Signore Gesù, Re delle genti,
tu che guidi le sorti degli uomini
verso un futuro di unità e di pace,
vieni a disarmare i popoli
disarmando tutti i cuori
e ricolmandoli di bontà e di amore.
In silente preghiera
ti adoriamo, piccolo Re di gloria,
tra le braccia della Vergine Madre,
tuo primo umile trono.
Fa’ che sappiamo seguirti come lei
fino  all'estremo sacrificio,
a salvezza del mondo.
Amen.

O Emmanuele, Dio-con-noi,
tu  sei la nostra speranza.
Dall'alba al tramonto,
nel cuore della notte,
come nel pieno meriggio,
sei sempre con noi:
con noi nella gioia e nel dolore,
nella fatica e nel riposo,
nella povertà e nell'abbondanza.
Sei con noi lungo il cammino,
silenzioso compagno di viaggio,
e tu stesso sei la meta beata
del nostro pellegrinare
verso la casa del Padre:
vieni e resta con noi per sempre,
o Emmanuele, Gesù Salvatore!
Amen.
(Madre Anna Maria Cànopi)
Fonte: "Il respiro dell'anima" di Anna Maria Cànopi

Decollazione di San Giovanni Battista, 1634 ca.
Massimo Stanzione
Museo del Prado, Madrid (Spagna)